Cerca

Sally on the roof

Tag

camminare

Ero felice, eravamo felici, ebbri di quella felicità di cui si può godere solo per pochi attimi prima che la consapevolezza della realtà ti assalga di nuovo. Una felicità sì effimera, ma vera e autentica. Potente. Magnificamente devastante.

Oggi, camminando verso il lavoro, canticchiavo Walking all day e all’improvviso ho sperimentato uno di questi momenti di felicità pura.
Esistono, quindi. Ma possono essere davvero solo effimeri?
Chissà.

Chilometri in città 

Passi per ridere.
Passi per guardare.
Passi per sopravvivere.
Passi per dimenticare.
Passi per perdersi.
Passi per non sentire
Passi per ballare.
Passi per risalire.
Passi per avvicinarsi.
Passi per fingere.
Passi per sfiorarsi.
Passi per piangere.
Passi per anestetizzarsi.
Passi per ritrovarsi.

Scarpe rotte, oche e sbronze tristi 

Ho sempre pensato, nella mia visione limitata della vita, che quelli che andavano al parco di Monza vestiti di tutto punto, con scarpe e abiti non adatti allo sterrato, fossero degli idioti. Ebbene, ieri ero al parco di Monza vestita di tutto punto, con la borsa del lavoro e un’altra con due mini Sacher e un krapfen alla crema.
Inciampavo, è vero, ma mi è passata la sbronza triste post-anestesia del dentista.
Quindi, alla fine, quelli che vanno al parco di Monza vestiti di tutto punto forse hanno solo bisogno di camminare e di inciampare e vaffanculo se si rompono le scarpe. Al massimo si può tornare a casa a cavallo di un’oca.

 Oche 

The way you make MI feel 

Blog su WordPress.com.

Su ↑