Cerca

Sally on the roof

Tag

racconti

Il pianoforte di Piazza Sant’Alessandro

È notte, ho freddo, non sono abituato a stare fuori. Sono un pianoforte, accidenti, non un clarinetto della banda. Perché mi hanno lasciato qui? Stavo così bene nell’attico di via Santa Marta. Signorile, tre locali, cucina abitabile, terrazzo e biblioteca. Io ero proprio lì, nella biblioteca. Certo, non mi suonava più nessuno da otto anni; da quando è morto il conte, la contessa non ha più toccato un tasto. Continua a leggere

Il glorioso destino della brugola Ikea

In principio fu la brugola.
Ogni bravo scatolone Ikea, piatto che più piatto non si può, aveva al suo interno questa piccola e tenera brugola che ti dava la sensazione di essere onnipotente e di poter costruire l’Empire State Building senza colpo ferire. E quando questa brugolina omaggio risultava addirittura superflua, ancora meglio.
Ma chi sono?” esclamavi con un ghigno beffardo, davanti alle sedie Ingolf perfettamente montate. Continua a leggere

La sbronza

La verità è che mi è piaciuto abbastanza. Lui, intendo, non il fattaccio. Mi è piaciuto abbastanza da finirci a letto. È una verità scomoda; una verità che vorrei affogare in uno dei ventisette bicchieri che ho bevuto ieri sera, ma è comunque una verità. Le prove a carico sono qui accanto a me tra le lenzuola: un corpo nudo, il corpo del reato. Continua a leggere

Annunci immobiliari e compagne di letto

L’annuncio recita così, errori compresi: “affitto un posto letto,la casa è solo un unico locale,sono un sessantenne,ed avere una persona vicina, giovane,socievole,di compagnia ed amante degli animali è un piacere,se non è cosi non è piu un piacere,se mi mandi informazione complete,su età,di dove sei,e che lavoro fai,aspetto ciao”

Compongo con il pensiero il messaggio di risposta: Continua a leggere

Blog su WordPress.com.

Su ↑